Chi ha paura del cane nero?

Chi ha paura del cane nero?

“Chi ha paura del cane nero?” sembra una domanda rivolta ad un bambino. Invece la “sindrome del cane nero” è un fenomeno che colpisce soprattutto “i grandi”.

Ma che cos’è questa “sindrome del cane nero”?

E’ uno stereotipo che attribuirebbe un qualcosa di più feroce e pericoloso rispetto agli altri cani dal pelo chiaro. In realtà questa teoria non ha alcun fondamento, non esistono statistiche specifiche che lo dimostrino. Eppure i canili e le associazioni che si occupano di adozioni ne hanno a che fare ogni giorno, in Italia, come nel resto del mondo. Secondo gli esperti, si tratta di un fenomeno radicato nelle persone attraverso raffigurazioni in film, libri e racconti.

Qualunque ne sia la natura, la “sindrome del cane nero” ha suscitato grande interesse nel fotografo americano Fred Levy. Levy dopo aver parlato con persone che operano nel settore delle adozioni, decide di dar vita ad un progetto di sensibilizzazione sul tema.

Il progetto

“Ho pensato che questo progetto sarebbe stata una bella sfida grafica e ognuno ha davvero una grande storia da raccontare”, ha detto Levy a The Huffington Post. “Voglio sensibilizzare a questo problema e ricordare alle persone che sono alla ricerca del cane perfetto che anche i cani neri hanno una grande personalità”.

Dal 2013 Levy recluta, utilizzando i social network, proprietari di black dogs che ritrae in suggestive immagini sempre su sfondo nero. Il risultato è assolutamente straordinario.

Il progetto ha avuto grande eco sui media di tutto il mondo e nel 2015 è diventato un libro.

Nel tempo, molti dei cani protagonisti del progetto e che erano adottabili, hanno trovato casa. 

Le immagini si possono vedere sul profilo Tumblr del fotografo cliccando qui oppure direttamente sul suo blog, qui. Il libro è disponibile nella libreria, qui.

“E tu, hai ancora paura del cane nero?”

Tutte le immagini sono di proprietà dell’autore.

Silvia De Cristofaro

Istruttore Cinofilo, formato in Riabilitazione Cognitivo-Comportamentale e in Classi di Socializzazione® e conduzione dei gruppi. Mi occupo di Percorsi di Educazione e di Riabilitazione Comportamentale; Problemi legati alla Socializzazione; Attività Olfattive e Ricerca Persone; Dog Dance; Cuccioli e percorsi Puppy Class; Zooantropologia Didattica con progetti nelle scuole materne ed elementari.

LASCIA UN COMMENTO